Informazioni fiscali distributori FM

Di seguito le informazioni fiscali per i distributori FM

REGOLAMENTAZIONI

Regolamentazione Legale: Legge 173/2005
Regolamentazione Attività: Decreto Lgs. 114/1998
Regolamentazione Fiscale: D.P.R. n.600/1973 art.25 1:4s c.6

INQUADRAMENTO

Nessuna Iscrizione ad Albi o ruoli
Nessuna iscrizione Camera di commercio
Nessuna iscrizione I.N.A.I.L. – ENASARCO

TRATTAMENTO ED INQUADRAMENTO FISCALE

Le Provvigioni percepite non cumulano con altri redditi e non devono essere dichiarate.
Assoggettamento delle provvigioni a ritenuta alla fonte a titolo definitivo del 23% sul 78% dell’imponibile provvigionale.
Al superamento del limite di € 5.000 di provvigioni nette, obbligo di apertura di Partita IVA (Art. 4 D.P.R. 633/72).

INQUADRAMENTO PREVIDENZIALE

Le Provvigioni sono soggette al pagamento dell’INPS con l’applicazione di tre fasce differenti di aliquote:

  • Aliquota Ordinaria: del 24,72% sul 78% delle provvigioni
  • Aliquota Ridotta: del 17% sul 78% delle provvigioni
  • Aliquota Pensionati: del 17% sul 78% delle provvigioni

Attenzione, l’aliquota ridotta spetta solo a coloro che hanno già un trattamento previdenziale obbligatorio per legge.
Soglia esclusione da INPS, € 6.410,00 di provvigioni lorde.
Massimale INPS, € 113.667,00 provvigioni lorde.
La quota INPS è a carico rispettivamente nelle seguenti misure:

  • 1/3 a carico dell’incaricato, detraibile in modello unico ne riquadro RP
  • 2/3 a carico della società committente

ADEMPIMENTO DEL VERSAMENTO ALL’I.N.P.S.

L’adempimento del versamento all’INPS è a carico della società committente, in qualità di sostituto di contributo.
L’adempimento dell’iscrizione all’INPS è a carico dell’incaricato alle vendite.
L’iscrizione dovrà essere eseguita presso la Sede INPS di competenza territoriale nella residenza dell’incaricato.

 

LIMITAZIONI DELL’ATTIVITA’

I Soggetti che si trovano nelle seguenti situazioni soggettive possono avere una riduzione delle prestazioni concesse o una definitiva revoca:

  • Disoccupazione
  • Mobilità
  • Cassa integrazione
  • Possesso di pensione di invalidità
  • Pensione EMPAS
  • Dipendenti Enti Pubblici
  • Precettori di assegni assistenziali

NOTE PER LAVORATORI DIPENDENTI

Dipendenti nel settore privato: l’attività è fisicamente compatibile, purché non effettuata in orari preposti all’attività di dipendenza.
Dipendenti nel settore pubblico: a seconda degli enti pubblici possono sussistere incompatibilità, è consigliato interpellare il proprio ufficio del personale per ricevere informazioni.

INFO UTILI

Soggetto Fiscale: solo Ditte individuali.
Versamento IVA: mensile o trimestrale con F24 online o EntraTel.
Tipologia Contabilità: semplificata.
Dichiarazione IVA annuale: autonoma o con modello unico.
Presentazione: solo con invio telematico.
Presentazione modello Unico: no.
Attività soggetta a studi di settore: no.
Versamento IRAP: no.
Detrazioni IVA: nessuna.
Detrazioni IRPEF: nessuna.
Presentazione Modello 730: solo per occasionali senza partita IVA.
Detrazione Fiscale: coniuge sempre a carico fiscale.
Contributo ENASARCO: non dovuto.
Contributo FIRR: non dovuto.
Indennità Clientela: non dovuto.
Definizione della zona: non prevista

.


Partecipa al Business! Comincia a guadagnare da subito!